lunedì 24 aprile 2017

Pic-nic in bellezza!




Metti qualche cestino da pic-nic e qualche zaino pieno di prelibatezze da condividere. Aggiungi delle coperte messe una vicina all'altra quasi a formare un'unica gigante coperta su cui rilassarsi, pranzare insieme e guardare i bambini giocare in mezzo alla natura.  Poi non dimenticarti il cielo azzurro -che più azzurro non si può- da contemplare in pace e intorno tanto verde e tante persone -la propria famiglia e amici vecchi (per modo di dire eh!) e nuovi-. 
Per finire un po' di palloni colorati per quattro tiri e un laboratorio speciale per i piccini che si sono cimentati nella preparazione di una pozione magica. Ecco qua il nostro sabato ideale, al Fontanile di Pregnana, organizzato dai cittadini attivi del laboratorio di comunità "Cucina e Cultura" che stanno portando avanti proposte come gite e uscite con il duplice obiettivo di valorizzare le bellezze del territorio e la bellezza delle persone soprattutto.  
 
Perchè quando passiamo del tempo piacevole in compagnia, diventiamo tutti un po' più belli, no?




venerdì 21 aprile 2017

Solo DSA, nessuna malattia.




" Nell'incontro di mercoledì abbiamo fatto una presentazione generale sui disturbi specifici dell'apprendimento con particolare attenzione alla diagnosi differenziale. Si è poi proceduto ad un affondo sulla dislessia affrontando le ipotesi esplicative, il modello a due vie della lettura e le ricadute psicologiche e relazionali dei bambini con DSA.
Nei prossimi incontri verrà approfondita la tematica degli interventi abilitativi e delle strategie compensative per agevolare l'apprendimento dei bambini con DSA e delle figure professionali coinvolte nelle varie fasi dell'intervento. Ampio spazio verrà inoltre riservato alle esercitazioni pratiche, che coinvolgeranno i presenti in una presa di consapevolezza delle difficoltà a cui i bambini sono chiamati a far fronte nella quotidianità. " 

(Antonia Palumbo, cittadina attiva rhodense)

venerdì 14 aprile 2017

Spazio compiti all'#op di Pregnana



Tutti i venerdì  pomeriggio dalle 17 alle 18.30 l’#op di Pregnana si trasforma in una piccola aula studio in cui cittadine attive di Pregnana aiutano una decina di bambini delle elementari a fare i compiti. Il tutto ha avuto inizio durante uno dei laboratori di comunità delle “Donne del mondo” durante il quale Saadia e Touria, due donne di origine marocchina, hanno condiviso con il resto del gruppo la loro difficoltà a seguire i loro figli delle elementari nello svolgimento dei compiti soprattutto quando si tratta di lingua italiana.
Come al solito quella mattina partecipavano al laboratorio di comunità anche Nadia e Franca, signore italiane di Pregnana, che hanno immediatamente preso a cuore questa richiesta di aiuto. In poco tempo sono riuscite ad organizzare uno spazio compiti a tutti gli effetti:  il posto a disposizione c’era già, per iniziare l’#op era l’ideale, con qualche telefonata sono riuscite a coinvolgere altre donne del paese pronte ad aiutare i bambini e le loro mamme. 


Da quel momento 6 donne di Pregnana, a turno, si trovano all’#op tutti i venerdi pomeriggio per fornire supporto a una decina di bambini pregnanesi provenienti da diverse parti del mondo. 
Le mamme rimangono all’#op dopo aver accompagnato i figli,  per scambiare tra loro qualche chiacchiera, confrontarsi con le nuove “insegnanti” , far giocare i più piccoli, trovando anche in questa occasione un nuovo spazio di socialità. L’obiettivo ora è quello di allargare il gruppo, di coinvolgere anche bambini italiani e possibilmente anche nuovi volontari che hanno voglia di dedicare del tempo ad altri concittadini.

giovedì 13 aprile 2017

A Lainate si cerca lavoro insieme

Il ciclo di quattro incontri dedicati alla gestione della ricerca del lavoro si è concluso con esito fortemente positivo. Durante gli incontri abbiamo avuto modo di soffermarci sulla stesura del curriculum, sulla ricerca del lavoro più adatto alle proprie competenze e di conoscere professionisti di ambiti diversi (formatori, specialisti in selezione del personale, esperti in materia di contratti) che hanno messo in chiaro molti aspetti interessanti e da non sottovalutare.


Rimango sempre molto colpita dalla professionalità dei relatori del progetto Oltreiperimetri.
Ringrazio Silvia e tutti i suoi collaboratori.
Un ringraziamento anche alle persone che ho avuto modo di conoscere in questo utilissimo ciclo di incontri.


Marta C. (cittadina attiva di Lainate e partecipante al percorso Smart job)

martedì 11 aprile 2017

Un nuovo embrione di "laboratorio di comunità" ad Arese che guarda verso gli invisibili

E' tempo di raccontare un'esperienza importante che si sta realizzando ad Arese. Da alcuni mesi si è formato un gruppo di persone impegnate ad attivare alcuni servizi di prossimità, un embrione di nuovo Laboratorio di Comunità. E' un processo, quello dei laboratori di comunità, che fino ad oggi ha dato esiti importanti in risposta a diverse situazioni critiche o di bisogni condivisi. Sono nate sperimentazioni nell'ambito della conciliazione dei tempi lavoro e famiglia, del supporto allo studio, dell'attivazione delle risorse individuali e di gruppo in ottica formativa. Si son attivati genitori, insegnanti, neo mamme, giovani, lavoratori, persone in cerca di occupazione, immigrati. Ad Arese ci si è resi conto che esistono anche delle situazioni invisibili, difficilmente intercettabili perché silenti. E' il caso degli anziani, autosufficienti, che si trovano a vivere in situazione di isolamento sociale. Persone che non si rivolgono ai servizi sociali, che vivono la quotidianità spesso in casa.
In alcuni casi convivono con i figli che, però, per impegni lavorativi, possono dedicare poco tempo ai propri genitori. Così, questo nuovo gruppo, ha deciso di puntare un riflettore, ha scelto di ascoltare queste persone per capire se, insieme, è possibile cambiare qualcosa. Hanno iniziato a

Passeggiando insieme tra i colori


Non è stato un caso che il gruppo del laboratorio di comunità "Cucina e cultura" abbia scelto Cornaredo come meta del primo degli eventi che sta programmando per tutta la comunità di Pregnana. A dire il vero, prima ci siamo trovati all'#op cafè per fare merenda tutti insieme, grandi e piccini, con un po' di cose buone che poi è sempre il pretesto per fare quattro chiacchiere, fare conoscenza, fare legami e tutte quelle cose che ormai è chiaro che ci piace fare! E poi, una volta organizzate le macchinate, via...verso il meraviglioso campo di tulipani! Il gruppo, quando ha scelto questa prima meta, ha immaginato di creare così l'occasione per un'immersione fuori dal quotidiano nella bellezza e nei colori ma anche per dar modo a chi lo volesse di trascorrere un pomeriggio in compagnia. E questo è il senso e la direzione di questi nuovi appuntamenti ideati durante il laboratorio di comunità: conoscere il territorio e le sorprese che ci può riservare, uscire di casa e godersi questa primavera ma, soprattutto, poterci sentire tutti, alla fine, meno soli e più parte di qualcosa.
Il prossimo appuntamento è fissato per sabato 22 Aprile alle ore 11: partiremo a piedi o in bicicletta, per un pic-nic al Fontanile. Che fai, vieni anche tu?




MAMME E MASSAGGI

"Sette bimbi rilassati grazie alle carezze di mamma e papà, i più grandi e collaborativi anche con l'automassaggio, genitori partecipi e coinvolti in un momento di scambio e confronto di pensieri e domande sulla genitorialità e una dolce merenda insieme. Un'insegnante superemozionata e divertita dall'essere attiva spettatrice di un sabato mattina di coccole!" 


Così racconta Barbara, cittadina attiva di Lainate e mamma del gruppo del laboratorio di comunità "L'officina delle idee di mamma e papà", dopo il secondo appuntamento organizzato da questo gruppo brioso e pieno di risorse! 



Dolcissimi incontri all'#op cafè di Lainate

Un'altra dolce serata all'#op cafè di Lainate.

Ciotoline di zucchero colorato, cucchiai e stampini ed ecco pronte in un paio d'ore decine di uova da regalare con sorprese personalizzate e da decorare con fiori e colombine.
Ovviamente Melina ci ha insegnato anche questo. E poi...non poteva mancare la sorpresa: un cestino con i nomi di ogni partecipante ed il sorteggio da parte della più piccola partecipante della serata! Ed ecco la fortunata vincitrice del bellissimo uovo decorato di rosso che Melina ha generosamente preparato per noi e deciso di regalare. 
E per concludere la serata...non la "ciliegina sulla torta" ma le "fragole nel cioccolato" perchè, come dice Melina, -non si butta via niente!- e chi avrebbe mai osato buttare quei pezzetti di cioccolato avanzati per non farne una fonduta in cui pucciare deliziosi frutti rossi di stagione.

 
Insomma una serata di incontro, dolcezza e condivisione. Se no, che gusto c'è?

Valeria, cittadina attiva di Lainate, conduttrice del percorso "Pausa Creatività" e partecipante al percorso di Melina "Dolci incontri"

ps.: Grazie di cuore anche alla nostra giovanissima e talentuosa fotografa Elisa che ha saputo "raccontare" benissimo il clima della serata con i suoi scatti!

venerdì 7 aprile 2017

... ECCO GLI ULTIMI TRE MEZIONATI DEL CONTEST!


Menzione a Giada Mancin

Giada è un’attenta osservatrice degli scorci urbani caratteristici del suo territorio.






Le foto presentate dimostrano la conoscenza dei luoghi e la voglia di narrarli






e la capacità di mostrarci la profondità e la poesia anche nelle dimensioni quotidiane a apparentemente banali.






Coraggioso e di forte impatto lo scatto del gruppo di giovani che restituisce un mondo spesso inascoltato ed evidenzia con forza lo sguardo dell’autrice.








Menzione di Giuliana Spadaro



Giuliana attraverso un sapiente uso della luce naturale racconta la quotidianità di luoghi privati e pubblici del rhodense.





Tra le menzionate è quella che più si sente a suo agio nel ritrarre gli abitanti del territorio







e riesce a trasmetterci la sua curiosità e il desiderio di conoscere più a fondo queste persone e le loro vite.









Menzione di Elisa Tedoldi



Andando a ritroso nel suo archivio personale fino al 2003, Elisa riesce a trattare con sensibilità il tema freddo e a volte scomodo del retaggio post-industriale nel territorio rhodense. La sospensione e l’assenza di persone non rendono impersonali le foto ma aprono scenari immaginifici e stimolanti per continuare la ricerca.









giovedì 6 aprile 2017

Ri-trovarsi a pranzo




Da tempo  non eravamo così in tante agli incontri del laboratorio di comunità “Donne del mondo”. Ormai le signore che frequentano l’#op di Pregnana sono super impegnate, tra spazio gioco mamma bambini, scuola di italiano, spazio compiti e gite sul territorio. Perciò è nata l’idea di un incontro “leggero” per non appesantire la giornata.Tutti dobbiamo mangiare, perché non farlo insieme? La formula ha funzionato. Una pasta al pomodoro e tante lingue dal mondo:  Marocco, Senegal, Ucraina, Albania, Kossovo, Italia… Un’ occasione per confrontarci sui servizi già presenti  all’#op e per coinvolgere le nuove partecipanti nel piacere della progettazione condivisa.  

ALLA SCOPERTA DEI PRIMI TRE MENZIONATI DEL CONTEST...

Menzione a Sabrina De Cillis

Sabrina attraverso uno sguardo razionale, ma non privo di ironia,









 ci porta alla scoperta delle atmosfere spesso contrastanti di un territorio in continuo mutamento.







Attraverso una esplorazione calma del territorio, effettuata spesso utilizzando la rete ciclabile,








l’autrice si interroga sulle trasformazioni urbane degli ultimi anni con fotografie rigorose e interessanti.















Menzione per Miralem Dedic

 Miralem ci porta all’interno di un luogo inusuale,








che sembra andare oltre la realtà, un luogo dove passato e presente si confondono.






Uno sguardo fotograficamente maturo che attraverso l’uso della luce







crea suggestioni che ci impauriscono e ci affascinano allo stesso tempo.












Menzione per Denise Sarto

Denise riesce ad individuare un tema preciso e di attualità del contesto Rhodense come il pendolarismo










e svilupparlo con delicatezza e sensibilità.










La stazione, simbolo di fuga e di ritorno,








diventa una chiave per capire aspetti fondamentali del territorio










e un dispositivo per mettere in relazione dei 9 comuni del rhodense.






mercoledì 5 aprile 2017

Vince il contest fotografico #IOABITOINCENTRO...


Rullo di tamburi....ecco le foto che vincono il contest #IOABITOINCENTRO! 



La cittadina rhodense Laura Pelliciari attraverso un'atmosfera di grande impatto introduce diversi elementi che meritano approfondimento tra cui l'uso dello spazio pubblico come luogo dell'abitare, il ruolo dell'infanzia nel contesto urbano e il rapporto fra memoria e paesaggio vissuto.   
                     

 Viene premiata perchè riteniamo che la sua ricerca fotografica, che usa anche materiale d'archivio, esprima un linguaggio chiave per capire a fondo il territorio, i suoi abitanti e la storia che li lega.


Congratulazioni Laura!!





martedì 4 aprile 2017

L'Enneagramma : un occasione per conoscere se stessi

“GNOTHI SEAUTON”, “CONOSCI TE STESSO”, così era scritto sul frontone del tempio di Apollo a Delfi a monito della limitatezza dell’essere umano, simile a un invito a "stare al proprio posto", a non “sconfinare”.  Con queste parole Socrate auspicava una saggia moderazione perché l’uomo non osasse confondersi con il Divino. Platone, invece, si affidava “al Divino insito nell’uomo” per la conoscenza dell’uomo stesso. Diversi filosofi, a partire da Pitagora fino a Kant, sostenevano invece che conoscenza del Divino partisse dalla conoscenza dell’uomo stesso. Sant’Agostino invitava a “non andare fuori ma a rientrare in sé stessi poiché la Verità sta nel profondo dell’uomo”. La conoscenza di sé ha differenti risvolti nella vita di una persona, permettendo di acquisire la consapevolezza dei propri pregi e limiti e talvolta fornendo gli strumenti per una propria evoluzione. Con questa premessa si è svolto a Palazzo Granaio il primo modulo dedicato all’Enneagramma. Una ventina di cittadini hanno accolto l’invito e per quattro mattine hanno accettato di “rientrare in sé stessi” come dice Sant’Agostino. Perfetta nel suo ruolo Piera Brivio, che ha accompagnato il gruppo con competenza ed entusiasmo. La scoperta del proprio enneatipo, un numero da 1 a 9 che rappresenta le varie personalità, ha permesso a ciascun partecipante di conoscere non solo le proprie caratteristiche ma anche di sapere quale direzione prendere per superare i propri limiti. Con questo semplice strumento si è dato inizio a un interessante viaggio introspettivo che non ha alcuna presunzione poiché altro non vuole che fornire a coloro che ne sentono l’esigenza un’occasione per acquisire la consapevolezza di se stessi.
Paola Fornasiero  ( L'Attimo Fuggente )



mercoledì 22 marzo 2017

L'OFFICINA DELLE IDEE DI MAMMA E PAPA'

Mamme, papà e genitorialità.
Da qui parte il nuovo laboratorio di comunità che sta prendendo vita a Lainate, pensato in origine da Nadia e Carmen, che con il loro entusiasmo sono riuscite a coinvolgere altre mamme con bambini di età scolare e prescolare.
Insieme abbiamo steso un questionario da presentare ai genitori lainatesi attraverso la distribuzione nelle scuole dell'infanzia e negli asili nido del territorio, accompagnandolo a degli eventi per la famiglia come formazioni, laboratori e serate su tematiche specifiche.
L'officina delle idee di mamma e papà sta sempre più diventando uno spazio di confronto e condivisione aperto a tutti quei genitori, (mamme in particolare, ma non vediamo l'ora di accogliere anche qualche papà!) che hanno idee da proporre o questioni da mettere a tema nella prospettiva di lavorarci insieme per trovare le strategie migliori per risolverle o metterle in pratica. Un'occasione per riflettere, progettare e vivere insieme la genitorialità!