martedì 6 dicembre 2016

educatori finanziari in trasferta!

Siamo stati a Cremona, al Convegno sull'Esdebitazione, ex legge 3/2012, organizzato dalla Camera di Commercio. Un interessante approfondimento sulle dinamiche dei progetti di ristrutturazione per via giudiziale del debito famigliare.

piccoli risparmiatori crescono

Il primo ciclo di formazione all'educazione finanziaria nelle scuole, svolto nell'ambito dell'#operazione riequilibriamoci, nelle secondarie di Rho, si è concluso oggi, nelle tre classi pilota dell'I.C. Franceschini che hanno inaugurato la sperimentazione, e giungerà al termine settimana prossima anche nella quarta classe, dell'I.C. De André. Un primo bilancio ci porta a considerare un vero e proprio successo la sperimentazione fin qui condotta. I ragazzi si sono dimostrati entusiasti e molto ricettivi verso la proposta, gli insegnanti coinvolti e proattivi... rimane da vedere se anche i genitori, invitati ad un incontro loro dedicato all'#op per incontrare le famiglie e coinvolgerle nel progetto, risponderanno altrettanto partecipi. A breve lo scopriremo!
i ragazzi scrivono le loro impressioni su FUTURO e DENARO
un'altra attività: il collage su DESIDERI e REALTA'

SmartMoney!

Sono cominciati nel mese di novembre i percorsi di formazione e sensibilizzazione all'educazione finanziaria rivolti alla cittadinanza, su tutto il territorio del rhodense, con i nostri educatori finanziari nella veste di formatori: li abbiamo ribattezzati Smart Money. Improntati sui moduli certificati della formazione di qualità a marchio "Progetica", puntano ad essere quell'occasione di diffusione capillare delle tematiche relative alla pianificazione, al risparmio e alla gestione dell'economia famigliare, che tanto è necessaria per avvicinare la cittadinanza rhodense a una gestione condivisa e consapevole delle proprie risorse, e per preparare alla consulenza "uno a uno" negli sportelli degli #op café.

giovedì 1 dicembre 2016

Il ballo liscio è per tutti !

A Palazzo Granaio il ballo liscio sta diventando un appuntamento fisso mensile.  Per i cittadini di Settimo è  un occasione  per scendere in pista ma anche per passare una serata in compagnia, fare nuovi incontri e perché no, imparare a ballare dai più esperti.
La serata è organizzata dal Centro Anziani e finora gli affezionati  sono soprattutto i meno giovani. Il desiderio però è quello di coinvolgere persone di tutte le età, chiunque ha voglia di provare a cimentarsi con il ballo di coppia e di gruppo. Sono i benvenuti anche tutti quelli che non ballano ma hanno voglia di ascoltare un pò di musica dal vivo o semplicemente fare due chiacchiere con amici o intraprendere nuove conoscenze. Per cui Vincenzina ci tiene a sottolineare che la serata è libera e aperta a tutti . Dai che ballare è bello, divertente e riaccende le energie sopite quindi non abbiate timore di uscire di casa per venire a passare una serata diversa dal solito.
Vi aspettiamo sabato 17 dicembre per il prossima serata di ballo liscio e non solo


                                                                        



lunedì 28 novembre 2016

Hai capito… a Rho?!

Cosa succede quando una storica locale nonché amministratrice per anni della nostra città incontra un gruppo di fotografi esperti dell’abitare e cittadini interessanti a raccontare questo fenomeno sotto le più svariate lenti? Accade che diventa a tutti sempre più evidente che quello che si è abituati a vedere con gli occhi della quotidianità è invece estremamente dinamico, ricco di sfumature e carico di esperienze uniche delle persone che qui si sono insediate nel tempo. Google Maps è oggi lo strumento privilegiato per un trekking virtuale per vedere Rho come confine, tra Expo e post Expo, tra città e campagna, tra casa privata e abitare sociale. Paola Pessina ci guida attraverso ville storiche, parchi, piazze di ritrovo, locali, monumenti, quartieri e abitati legati alla produzione industriale e ora smantellati; i partecipanti alla serata condividono storie di persone incontrate, vicini di casa e parenti, che di questi luoghi ne hanno visto la trasformazione e ne mantengono vivo il ricordo. Cè spazio anche per idee di composizioni uniche che parteciperanno al nostro contest #ioabitoincentro.
Qui il regolamento:
http://www.oltreiperimetri.it/images/ioabitoincentro/regolamento.pdf

Da questa serata ci portiamo a casa tantissimo: lo stupore e la curiosità dei partecipanti ci restituiscono il piacere della scoperta che molti hanno nonostante questa nostra Rho venga spesso vista solo come città dormitorio; altro che… quanti stimoli e aperture!! I fotografi del Collettivo Habitat hanno ora strumenti di analisi per il loro tour esplorativo di questa settimana e sanno bene chi andare ad incontrare e cosa chiedere. A noi torneranno archivi fotografici, nuovi contatti e una rete accomunata da un interesse aggregativo.

Una notte da favola al Granaio

 C'è sempre una prima volta per tutto...così si dice, ed è vero. E anche per Palazzo Granaio è stato così! E per noi dell'Associazione "Il Settimo Sogno" pure! Chi di voi ha mai dormito una notte a Palazzo Granaio a Settimo Milanese? Noi e più di 30 bambini sì! Tra sabato 12 e domenica 13 novembre si è svolta infatti la nostra iniziativa dal titolo "C'era una volta... al Granaio...una notte indimenticabile tra racconti animati e giochi!". E' stata una esperienza davvero unica e bellissima: poco più di 30 bambini di età compresa tra i 6 e i 10 anni, con i loro genitori, hanno raggiunto noi dello staff verso le 19:00 di sabato sera e tutti insieme abbiamo mangiato, chi con pranzo al sacco, chi ordinando la pizza, nel salone di Palazzo Granaio. Finito di mangiare abbiamo fatto un gioco insieme e poi i genitori hanno preparato i bimbi per la notte...in pochi minuti il salone si è trasformato in una gigantesca camera da letto, con materassini, sacchi a pelo e coperte ovunque! Un grande e gioioso pigiama party!!! A questo punto però abbiamo salutato mamme e papà dando loro appuntamento a domenica mattina, ore 9:00. Qualcuno si è lasciato sfuggire una lacrimuccia...(forse più tra i genitori in verità che tra i figli) ma di sicuro nell'aria si respirava una grande eccitazione all'idea di dormire fuori casa, senza genitori, e anche una grande attesa per l'evento clou della serata: il racconto, la storia, la fiaba! A sorpresa ovviamente, perché nessun bimbo sapeva quale favola avremmo raccontato. Un personaggio del passato ci ha accompagnato in questo viaggio con la fantasia e l'immaginazione: Esopo. E i suoi racconti hanno preso vita con la voce dei nostri interpreti e con la tecnica delle ombre: un momento davvero magico....lupo, cicala, pastore, contadini, scoiattoli, corvo, uccelli di ogni specie, volpe e persino il dio greco Zeus si sono presentati a noi per narrarci le loro avventure! E' stato emozionante per noi de Il Settimo Sogno ascoltare il silenzio che si è creato appena è iniziato il racconto: occhi e bocche spalancate per lo stupore e la curiosità, tutti attenti a seguire il racconto e a partecipare attivamente (e sì, perché i bimbi sono stati co-protagonisti, interpretando in alcuni momenti voci e versi dei vari personaggi!) senza perdersi una battuta! E poi, finita la storia, tutti a nanna: c'è chi ha fatto un po' di fatica ad addormentarsi e ha voluto un po' di coccole, chi invece ha russato tutta notte e anche chi, tra i più grandi, ha voluto rileggere il testo che avevamo messo in scena! Domenica mattina la sveglia era puntata per le 8:00 ma già alle 6:30 i più mattinieri hanno iniziato a svegliarsi e bisbigliare dentro i sacchi a pelo..e piano piano ci siamo alzati, lavati, vestiti e preparati per una ghiotta colazione: già, con ottime e fresche brioche offerte gentilmente da Cristian Magri, che ringraziamo ancora una volta! E poi ancora un po' di tempo per giocare, in attesa dell'arrivo di mamme e papà. Che dire?! Proprio una notte da favola.... Grazie a tutto lo staff de Il Settimo Sogno per "aver reso possibile la realizzazione di un sogno" (così ci ha scritto in seguito una mamma), grazie a Valentino per l'accompagnamento musicale, grazie a Marco e Francesca per averci proposto questa bella idea, grazie ad Arianna di Oltreiperimetri per la disponibilità e l'attenzione con cui ci segue e supporta sempre, grazie a tutti i genitori per aver iscritto i figli e soprattutto un grande grazie ai bambini per aver vissuto e condiviso con noi questa avventura fantastica! Vi aspettiamo alla prossima occasione!
Angela De Paulis (Il Settimo Sogno )









venerdì 25 novembre 2016

Buon compleanno alla Nuova Banca del Tempo di Settimo !

Oggi la Nuova Banca del Tempo di Settimo Milanese festeggia il suo primo compleanno.
Il 25 novembre 2015 infatti si è costituita L’Attimo Fuggente, l’ associazione che le ha dato i natali.
In pochi mesi la banca è diventata una realtà visibile al territorio grazie all’ apertura di uno sportello a Palazzo Granaio (al lunedì mattina dalle 11.00 alle 12.00 e al mercoledì pomeriggio dalle 18.00 alle 19.00) e all’ organizzazione di svariate attività, eventi e serate a favore della cittadinanza.
Non è questo l’ambito per esibire numeri e quantità di ore scambiate.
Tuttavia un primo bilancio è stato fatto e il risultato fa sorridere e perseverare.
In questi mesi sono stati gettati i primi semi di un cambiamento di tendenza che via via sta prendendo corpo e la logica della solidarietà e dei buoni rapporti di vicinato sta delineando nuovi scenari nei cuori di molte persone.

La Banca del Tempo è lo scambio in termini di tempo di beni, servizi e saperi.
Il socio della Banca del Tempo mette a disposizione i suoi talenti, i suoi hobby, e interessi in cambio di tempo.
La Banca del Tempo alimenta un economia informale, locale, sostenibile, ed etica e promuove una comunità basata sulla fiducia e reciprocità.
Entra anche tu nella Banca del Tempo!
Diventa anche tu "Attimista"= attivista ottimista, due concetti in un unica parola.

Paola Fornasiero (L'Attimo Fuggente )


giovedì 24 novembre 2016

Cucina & Cultura a Pregnana


"Come diceva il nostro volantino sul percorso -Assaggi di Cultura- era previsto un incontro all'#op cafè di Pregnana sul tema della donna nel Marocco di ieri e di oggi con focus particolare sull'esperienza del matrimonio; questo perchè socialmente e giuridicamente qui si compendiano per la donna sia la conservazione della tradizione (usi, costumi, cultura,...), sia le conquiste sul piano dei diritti femminili. Questa scaletta di tutto rispetto era scaturita da alcuni incontri, detti laboratorio di comunità, con un gruppo di persone del paese insieme alla conduttrice della serata, Fouzia, una straordinaria mamma e signora di Marrakesh, laureata e punto di riferimento di altre giovani mamme come lei desiderose di confrontarsi e consolidare conoscenze in questa nuova realtà pregnanese. Fouzia in questa pianificazione congiunta ha saputo convogliare l'interesse e lo spirito collaborativo di queste sue amiche che hanno contribuito al successo della serata, chi con costumi etnici, chi fornendo suppellettili, chi tracciando con l'hennè le tipiche decorazioni propiziatorie nella cerimonia nuziale. Molte volte mi sono immedesimata in questa gentile persona che si è messa in gioco personalmente superando la sua naturale timidezza e facendosi forte dell'appoggio del marito e della figlia undicenne che ha coinvolto nella colonna sonora dell'audiovisivo: ha preparato le slides, ha allestito una vera e propria mostra fatta di arredi, oggettistica e capi d'abbigliamento. Inoltre, come in una vera e propria festa nuziale, ha proposto ai convenuti una zuppa, la harira, che nella tradizione del Marocco conclude i festeggiamenti di un'intera notte. Il tutto accompagnato da dolcetti alle mandorle, datteri e altre bontà. Alle domande si sono susseguite curiosità e momenti di grande allegria e rispondenza amicale...ma per me la sensazione più tangibile era la composta soddisfazione di Fouzia e delle altre amiche vitali e vivaci nei loro costumi attorniate dai loro bambini e da graziosissime preadolescenti che sono il segno tangibile del futuro per loro e per noi."


Giovanna, partecipante al laboratorio di comunità "Cucina e Cultura" e alla  prima serata del percorso "Assaggi di cultura" 

martedì 22 novembre 2016

Un Coro per la Comunità



Venerdì sera all’Auditorium delle Scuole Medie di Pregnana la prima serata di coro aperto “About 500 hundred”: una bella serata, clima caldo e accogliente, canzoni proposte difficili ma cantate egregiamente e, ultimo ma non poco importante, 53 persone presenti!. Ma cosa c’entra un coro con #op?. L’idea di questa iniziativa è di Marco, un cittadino che ha scoperto il progetto #Oltreiperimetri partecipando alle attività dell’#op di Pregnana. Comprendendo a fondo il senso di #Oltreiperimetri, Marco ci ha proposto di condividere un suo sogno, un progetto per fare “comunità”: dare vita a un “community choir”, un coro gratuito e aperto a tutti, senza distinzione di età, genere, competenze musicali. Si trattava però di trovare una sede adeguata, vista l’impossibilità di realizzare questa iniziativa all’interno dell’#op, per il poco spazio e la presenza di altri inquilini nel condominio. La soluzione è arrivata dall’amministrazione comunale che ha messo a disposizione l’Auditorium delle Scuole Medie, tutti i venerdì sera. 
Alla prima serata di prove abbiamo avuto la conferma che anche il canto può generare nuovi legami sociali, spingere qualcuno ad uscire di casa e venire in contatto con altri concittadini che si scopre non essere poi così lontani…

impariamo a programmare divertendoci con CoderDojo

Sabato scorso all’#op di Settimo Milanese un gruppo di 20 bambini a partire dai 7 anni di età ha avuto la possibilità di imparare a programmare un videogioco e cosa fondamentale lo ha fatto divertendosi ! I bambini erano seguiti da 5 “mentor” di Coderdojo che hanno avuto anche la possibilità di trasmettere il loro sapere ai genitori presenti. CoderDojo è un movimento globale, senza scopo di lucro che si occupa di organizzare incontri gratuiti e istituire club per insegnare ai giovani a programmare utilizzando software open source grauiti.
Questa bellissima iniziativa è stata proposta ed organizzata da marco, un cittadino attivo di Settimo, papà di 2 bambini, che aveva partecipato ad alcuni incontri organizzati da Coderdojo Milano. Era stato così entusiasta dell’esperienza che si è mobilitato per proporre questo incontro a Settimo.
Ora il progetto è di organizzare altri incontri e perché no , magari di far nascere un club CoderDojo a Settimo.
Bambini tenetevi pronti  a partecipare così potrete giocare con un videogioco creato da voi !!
Adulti, fatevi avanti,  avrete la possibilità di formarvi  per poter contribuire alla diffusione di questo sapere e per rendere possibile il sogno del club di Settimo

Grazie di cuore a Marco che con la sua passione ha dato questa opportunità alla comunità !!

lunedì 21 novembre 2016

Aperitivo in lingua a Settimo

Venerdì scorso l’aperitivo in lingua organizzato dall Attimo Fuggente (Nuova Banca del Tempo di settimo Milanese) ha visto la partecipazione di 34 persone tra bambini ed adulti  alcuni dei quali hanno scoperto Palazzo Granaio e il progetto #oltreiperimetri per la prima volta. La serata è stata ideata insieme a  Francesca, una cittadina attiva di Settimo che conosce bene l’inglese e che per l’occasione  ha organizzato giochi, canti e letture. Il ricco buffet è stato preparato da alcune socie della banca del tempo che in cambio dei manicaretti messi in tavola hanno scalato il loro debito ore. Le “attimiste”dell’attimo fuggente hanno allestito lo spazio dell’ex osteria rendendo l’atmosfera calda e accogliente.
E’ stata proprio una bella serata e questo primo esperimento può dirsi ben riuscito!
Ora l’idea è quella di proporre nuovi appuntamenti anche in altre lingue..quindi fatevi avanti cittadini poliglotti o semplicemente curiosi di sperimentare altre lingue !


Vicini all'arrivo: Jobacornaredo!

" Molto interessante l'ultimo incontro del JobCornaredo! Insieme anche al professionista Andrea abbiamo analizzato in dettaglio tutte le fasi di un colloquio e come prepararsi e affrontarlo positivamente con meno ansia e più consapevolezza!"
Così Lucrezia, cittadina di Cornaredo e partecipante al percorso ci ha tenuto a ringraziarci per il cammino fatto insieme in attesa dell'inserimento lavorativo in azienda.

venerdì 18 novembre 2016

Merende belle, buone e sane

Mercoledì scorso all’#op di Pregnana abbiamo proposto al gruppo delle mamme che partecipa ai Pomeriggi insieme un laboratorio speciale. Spesso le merende dell’incontro settimanale erano a base di patatine, dolci confezionati, caramelle …quindi l’idea di un laboratorio che aiutasse mamme e bambini a scoprire qualche alternativa. Guidati dalle spiegazioni di Chiara abbiamo realizzato insieme semplici merende a base di ingredienti naturali e frutta. I bambini hanno avuto
modo di sperimentarsi con nuovi ingredienti, di annusare nuovi profumi e assaggiare frutta mai vista prima. Le mamme, sorprese e divertite, hanno visto i loro figli mangiare il primo pezzetto di Cacomela e di Kiwi. Anche questo è un modo per stare insieme, chiacchierare delle abitudini alimentari dei figli, confrontarsi sulle ricette italiane e marocchine … scoprire che insieme anche un pezzetto di mela è più buono!

Settimo : La mia esperienza a servizio dei piccoli e dei loro genitori

Buongiorno a tutti cari mamma e papà mi chiamo Daniela sono un insegnante di Fitness da tanti anni, la mia esperienza varia dall'adulto al bambino con il quale ho lavorato presso il Virgin di Milano e in altre palestre nei dintorni
L'esperienza di essere mamma e la mia attività lavorativa mi hanno permesso di avvicinarmi al progetto MI CONCENTRO GIOCANDO con una buona consapevolezza e capacità osservativa, MA.......DAI BAMBINI NON SI SMETTE MAI DI IMPARARE !

In collaborazione con i progetti che si svolgono al Granaio, dopo aver conosciuto la realtà della banca del tempo mi sono detta perchè non portare la mia esperienza a servizio dei piccoli e dei loro genitori?
Si proprio voi cari genitori che durante il percorso avete la possibilità di diventare parte integrante del cammino ludico dei vostri bambini COME?: GIOCANDO CON LORO.

In MI CONCENTRO GIOCANDO si mette in pratica la fantasia, il movimento, l'ascolto e il confronto con se stessi e gli altri, tutte doti utilissime nella vita di tutti i giorni e perchè no anche a scuola!
Lavorando con i bambini dell'età scolare mi sono accorta di quanto  manchi concentrazione e attenzione anche nel gioco che spesso varia senza trovare una conclusione effettiva. Il loro coinvolgimento  pero mi ha permesso di trovare la chiave 
d' accesso per comunicare con loro ed ottenere senza tanta fatica consenso e fiducia.

Per iniziare il percorso chiedo anche a mamma e papà di raccontarmi qualcosa dei loro piccoli e grandi bambini per poi raccontare a  mia volta cosa loro mi concedono di vedere ...TUTTO NASCE DA UN MERAVIGLIOSO CONFRONTO il genitore si fida e si lasci andare al racconto così come i bambini sinceri si lasciano andare alle loro attitudini, si aprono e trovano il modo di far uscire allo scoperto anche paure ansie e tanti sogni da mettere in pratica
ABBIAMO IL TEMPO DI FARE QUESTO? ASCOLTIAMO DAVVERO I NOSTRI BIMBI?

QUI A M I CONCENTRO GIOCANDO SI TROVA IL GIUSTO SPAZIO PER GIOCARE RIDERE E PARLARE
VI ASPETTO CON FIDUCIA VOI CARI GENITORI E I VOSTRI BAMBINI
Daniela



La comunità...per la comunità!

A partire da settembre sono ripresi gli incontri con il gruppo di cittadini di Pregnana Milanese che, già in passato, avevano portato alla creazione di un percorso che, partendo dalla cucina, si snodava attraverso la conoscenza di culture, popoli e tradizioni diverse. Quest'anno il gruppo del laboratorio di comunità, oltre a riflettere sull'esperienza precedente e sui nuovi bisogni e desideri che lo animano, ha deciso di proseguire con la progettazione di altri momenti in cui il focus fosse sempre più sulla cultura e l'integrazione. Così, dalla voglia di continuare a sperimentare, di condividere (qual è dopotutto il modo migliore per conoscersi?), è nato "Assaggi di cultura". Tre incontri dedicati a tre paesi: il Marocco, la Romania e l'Italia. Ma soprattutto tre incontri costruiti insieme, pezzettino per pezzettino, supportandosi a vicenda, con delicatezza e passione, sia nella progettazione che nelle azioni più concrete. Ottimo lavoro!